lunedì 18 settembre 2017

SCONTO DEFACOSMETICS!!!

Ragazzuole!!! Gli occhi a me!!!
È stata data la possibilità a tutte le ragazze che mi conoscono e mi seguono, di avere uno SCONTO del 25% acquistando i prodotti Defacosmetics, ma solo cliccando sul link che vi metto qui sotto!!!


Conoscete già questa azienda? Loro sono siciliani e producono makeup Vegan, bio, cruelty free, con ingredienti naturalissimi, proprio come piace a me!
Il link è questo qui: ⬇⬇⬇⬇

Defacosmetics SCONTO 25%


BUON SHOPPING !!! ❤❤❤


lunedì 21 agosto 2017

Makeup

Stavolta vi lascio un tutorial sul makeup che ho fatto oggi per uscire ad un pranzo domenicale!
Questi sono i prodotti usati prima del fondotinta: prime opacizzare Nevecosmetics, prime occhi Nevecosmetics, correttore arancio Purobio, correttore Defa Cosmetics, correttore Nabla.

E questa la mia faccia! 🤣

Ho sfumato i prodotti con la spugnetta e poi ho applicato il fondotinta stendendola con il pennello.
In realtà ne ho messi 2 per dare un colore un po' più "abbronzato": la bbcream di Purobio e il Liquid Fondation di Lavera.


Poi ho cercato di evidenziare un po' di più le zone d'ombra con il Contouringmania di Nevecosmetics e sfumato nuovamente.


A questo punto sono passata alla cipria, una cosina non comprata ma homemade!!! Vi scriverò la ricetta in un altro post, ok?


Ho insistito sotto gli occhi, sul naso e sulla fronte, applicandola con la spugnetta e lasciandone un bello strato sotto gli occhi, di modo che se truccando gli occhi cadesse un po' di ombretto, riuscirei poi ad eliminarlo passando solo il pennello.


E finalmente passiamo al trucco occhi!!!! Dopo aver steso il correttore della Defa e il primer Rugiada per makeup di Nevecosmetics all' inizio, posso dire che la palpebra è ben pronta a ricevere gli ombretti. Quindi:
1. ho applicato in primis Cremino di Nevecosmetics sotto l' arcata sopracigliare per illuminare leggermente.

 


2. Su tutta la palpebra mobile e buona parte di quella fissa applico con un pennello obliquo Chai Tea di Nevecosmetics


3. Con un pennello da sfumatura ho prelevato un po' di Zen sempre Nevecosmetics e l' ho steso nella piega dell' occhio sfumandolo verso l'alto e l'esterno. Poi con un pennello obliquo piccolo ne ho messo un po' anche lungo la rima inferiore delle ciglia e l'ho allungata verso l'esterno, un po' all' egiziana.


4. A questo punto ho preso una matita nera morbida di Pupa -uno dei pochi prodotti non bio e/o cruelty free che posseggo ancora- è l'ho stesa nella rima ciliare interna inferiore. Sulla rima ciliare superiore invece ho fatto una linea non troppo sottile di eyeliner nero homemade - che devo assolutamente migliorare in quanto devo renderlo più scrivente, ma la durata è perfetta-


5. Momento mascara. Prima ricordatevi sempre di usare il piegaciglia. Poi applicate il vostro mascara partendo dalla base delle ciglia e muovendo lo scovolino da destra a sinistra e viceversa. Io anche qui ho optato per un prodotto non bio...in realtà perché mi sono resa conto di non averne di bio!!! 🤤🤤🤤

 

6. Sopracciglia!!! Beh...queste sono la mia "croce e delizia"...adoro le sopracciglia fatte ad arte, ma non esagerate...Le mie sono penose...I peletti mi crescono in 2 direzioni diverse e hanno 2 forme diverse...per cui per quanto ci provi non riesco MAI a farle uguali...😭😭😭 Ma ci provo...Uso 3 prodotti  diversi per disegnarle, di 3 marche diverse, 2 cruelty free e una no. Fermo restando che una volta terminato il prodotto non vegan non lo comprerò piu, per ora é quello che uso più spesso in modo da finirlo velocemente, così "asta la vista baby!" 🤣
Per cui è quello che ho usato qui, cioè l' eyeliner marrone in gel della Shiseido. Tracciata la forma e riempito i "buchini" ho fissato il tutto con il mascara per sopracciglia della Lavera -questo sì invece prodotto bio, verde, cruelty free e chi più ne ha più ne metta-

7. Ora è il momento di un leggero contouring. Io l' ho realizzato con il bronzer Seichelles e la cipria Perfect Silky di Nevecosmetics, utilizzando due pennelli diversi ovviamente.


8. E veniamo alle labbra. Contorno realizzato con la Pastello labbra di Nevecosmetics Motion e a riempire invece ho messo Beverly di Nabla


9. Che blush ho utilizzato? Come vedete dalla foto sopra: Paris sempre di Nevecosmetics...Che mi piaccia questo marchio?🤔



10. Siccome io la sobrietà non so bene cosa sia ho voluto aggiungere un po' di glitter...e poi non vedevo l'ora di provare questo nuovo arrivo dagli Stati Uniti: i glitter di Eyekandy Cosmetics, casa di makeup specializzata proprio in brillantini cruelty free. Io per questo trucco ho scelto  "Confetti". Non li trovate meravigliosi anche voi? 😍😍😍


11. Applicate poi ciglia finte anche queste rigorosamente vegan, di Ardell lashes, nella versione Double Demi W. E per dare risalto allo sguardo ho creato un piccolo punto luce con la Pastello occhi di Nevecosmetics nel colore Silver.


E questo è il risultato finale!!! Che ne dite? Per me è proprio bello! E poi ci potete giocare, cambiando il colore del rossetto, dei glitter, o senza metterli proprio, perché i colori usati per gli occhi sono piuttosto neutri...
Fatemi sapere se vi è piaciuto e se ne volete un altro! Buon pranzo belle pupe!



















mercoledì 16 agosto 2017

Fondotinta Liquido Lavera

Buongiorno!!!
Oggi post su un fondotinta!
Evidentemente col passare degli anni sto diventando più esigente in fatto di fondi...Da giovane mi bastava fosse chiaro e super coprente causa presenza di brufoli. Non badavo ad altro.
Ora, invece, deve intanto essere "verde" e assolutamente senza siliconi -e forse è proprio perché usavo quelli pieni di silicone che la mia pelle peggiorava- e poi mi deve dare una sensazione di "leggerezza".
Quindi sono alla continua, spasmodica ricerca del fondotinta perfetto.
Io in effetti sono riuscita a trovarmi da dio con quello minerale in polvere, anche perché ho la pelle grassa. Ma alcune volte si ha voglia di qualcosa "altro".
E qui entra in gioco il fondo liquido.
Ce ne sono di tanti tipi e tante marche, ma a mio parere oltre che farsi indirizzare da nomi tipo "lunga tenuta", "per pelli grasse", "oil free", "bb cream"...bisogna provarli e "sentirseli" addosso.
E questo è il caso del Liquid Fondation Lavera.

 Lo avevo comprato per caso questo inverno, ma proprio perché non trovavo nulla di bio e/o vegan e ho dovuto x forza prendere questo nella tonalità 05...io normalmente uso le 02 o 03 a seconda della marca...Mi sono detta:"boh, ne metterò pochissimo...speriamo di non sembrare una maschera..."

Invece mi sono dovuta ricredere! Cioè, è sicuramente più scuro di quelli a cui sono abituata, ma essendo bello liquido riesco a metterne poco e a darmi giusto un colorito più "sano", tipo terra abbronzante.
Non è neppure troppo coprente, sembra più una bbcream che un fondotinta.

Dalla foto sopra vedete che tra una metà e l'altra del mio viso sembra non esserci alcuna differenza di colore...ma alla vostra destra ho il fondo, a sinistra no. La differenza è solo che la parte destra sembra più levigata.
Il fondotinta secondo me è comunque più adatto ad una pelle secca, a me risulta un po' troppo untuoso e dopo qualche ora che lo indosso è come se si muovesse sulla faccia lasciando qualche macchia.
Diciamo però che d'inverno, mescolato al vostro fondo abituale, potrebbe essere una buona opzione per tenere la pelle idratata, soprattutto se secca.
Solo non saprei se questo effetto "macchia" lo vedrei anche con un colore più chiaro...
Il prezzo è più che competitivo perché si aggira sui 10 euro, è vegano e gli ingredienti sono verdissimi. 
Lo consiglierei? Beh...alla fine direi, se volete un effetto naturale e avete una pelle secca acquistarlo senza problemi, ma sceglieremo del colore giusto o al più un tono più scuro, non di più.
Voi lo conoscevate? Vi soddisfa? Ditemi il vostro parere!!!
Alla prossima belle pupe!!!


giovedì 10 agosto 2017

Veg-up...sì o no?

Rieccomi qua carissime. Oggi volevo parlarvi in principio di un eyeliner che sto provando da diverso tempo, poi mi sono resa conto che ho un altro prodotto della stessa casa, e siccome i pareri che ho a riguardo sono contrastanti, ho deciso di parlarvi di tutti e 2.
I prodotti in questione sono, oltre all' eyeliner, la BB Cream del marchio Veg-up (ecco il link http://www.vegup.bio)
Nella foto sotto potete vedere le loro certificazioni. Dicono, anche dal nome, di essere vegan e cruelty free ma in realtà non vedo simboli "veganok" o "leaping bunny".
La crema colorata è piuttosto densa e appena si preme sull'erogatore esce bianca. Poi stendendola di colora e si uniforma molto bene con l'incarnato. Io l'ho presa nella colorazione numero 3 pensando di utilizzarla d'estate, ma in realtà non è per niente scura. Calcolando poi che rimane più simile ad un fondotinta che ad una bb cream come texture, alla fine mi sono trovata ad usarla di più in inverno.


La quantità è di 30 ml per 23€...che secondo me non sono proprio pochissimi.
Quello che invece mi ha davvero delusa è stato l'eyeliner...😭



La linea che lascia è stupendamente nera, è liquido al punto giusto, il pennellino é sottile...forse il manico un po' corto...ma....NON SI ASCIUGA MAI!!!! Sto ore ad aspettare che si asciughi e continua a lasciarmi le impronte intorno alla palpebra ...

Dalla foto potete vedere i segni che mi ha lasciato dopo circa 2 ore che lo indossavo....
Forse chi ha la palpebra meno cadente della mia ottiene risultati diversi...ma credetemi, in questo momento ne ho messo un po' sulla mano e appena lo tocco, nonostante sembri asciutto, si sbava e sembra anche appiccicoso...
Il prezzo è di 16 €, anche questo non proprio a buon mercato.
Comunque gli ingredienti usati sono molto buoni e sono verdi quasi per la totalità.  Quindi spendere 5 euro in più non la vedo come una brutta cosa. Ora bisogna appurare però la resa effettiva. Proverò ad acquistare qualcos'altro di questo marchio per capirlo un po' meglio...
Buona giornata pupette!


lunedì 7 agosto 2017

Ciglia finte!!!

Buongiorno belle!!!
Beh...che dire...la mia vita è fatta di alti e bassi, sali e scendi, impegni improcastinabili....un po' come per tutti quanti no? E questi impegni purtroppo ci allontanano consapevolmente o meno dalle nostre passioni. E così mi sono ritrovata a non scrivere nulla per un bel pezzo! Ma proprio tanto tanto!
In tutto questo periodo mi sono avvicinata sempre più al vegan e cruelty free per diverse ragioni, forse più stalutistiche che per amore degli animali - che comunque tengo a precisare adoro! -
Ho sempre seguito molto il bio un po' in tutti i campi della vita...anche nel settore medico cerco cose più olistiche che allopatiche...da qui il passo al cruelty free non è stato poi così complicato.
Tutto questo per dirvi che in questi mesi ho cercato sempre più i brand cruelty free...cosa non sempre facile da trovare in quanto molti dicono di esserlo ma spesso non hanno le certificazioni di rito. E poi essere cruelty free non significa essere bio. Ma qui apriamo un altro discorso mooolto lungo.
Oggi volevo parlarvi di CIGLIA FINTE. Voi le usate? Ammetto che la natura mi ha fornita di ciglia naturali piuttosto lunghe che non avrebbero bisogno di "rinforzi", ma mi sono resa conto che lo sguardo che dà una bella ciglia finta è tutta un'altra cosa!!!
Io addirittura devo stare attenta a quelle che scelgo perché alle volte sono più folte le mie naturali...
Quindi che ciglia scegliere?
Intanto prima di tutto io guardo di che materiale siano fatte. In quanto a certificazioni purtroppo non ho trovato praticamente nulla...quindi mi sono orientata verso le case che dicono di essere cruelty free e che fanno le ciglia con materiali sintetici o...perchè no?: con capelli umani! Ebbene sì!!! E vi assicuro che sono meravigliose!
L'ultimo acquisto l'ho fatto sul sito https://falseeyelashes.co.uk , sito inglese davvero fornitissimo.  E la spedizione è stata velocissima e non si incorre nel problema "dogana".
Qui trovate diverse marche, come vedete dalla foto qui sotto.

Io ho scelto quelle della Ardell che conosco bene, e quelle della House of lashes, conosciute tramite Instagram.
https://www.instagram.com/houseoflashes/
Le desideravo da una vita e finalmente ho trovato un sito europeo che le vende!!!


Qui sopra i miei acquisti. Come potete vedere sono tutte ciglia piuttosto importanti, ma purtroppo prenderle più semplici per me non ha molto senso.
E in più ho trovato anche l'applicatore !!! Tra poco mi preparo per andare al lavoro e vedo di utilizzarlo subito!!!
Ok, direi che per oggi posso fermarmi. La prossima volta vi farò un post su tutte le mie ciglia finte per farvi vedere la differenza tra quelle che su di me hanno senso e quelle che non lo hanno.
Un bacio a tutte!!! 😘

martedì 28 luglio 2015

Rossetti Long Lasting

Ciao bellessime!
A completare il video su Youtube sui rossetti long lasting in mio possesso, scrivo questo breve post.
Cosa sono i rossetti long lasting? Sono quelli a lunga tenuta, con il rossetto-tinta da un lato e il gloss dall' altro. Ce ne sono tantissimi e di tantissime marche in questo ultimo periodo, chi ne ha fatto tantissime nuances chi invece si è limitato a pochissimi colori.
Che dire? Secondo me sono adattissimi per l' estate perché nonostante sudore e bevute se ne stanno buoni lì. Certo se avete le labbra molto secche non vanno molto bene. Ma in ogni caso il trucco è di passare spesso il gloss, che serve anche a far durare intatto il colore.
Qualcuno che ho dura di più,  qualcuno di meno. Ma l' inconveniente maggiore riguarda l' effetto che si ha sulle labbra con alcuni dopo un paio di ore.
Io ho acquistato quello della Rimmel, della Pupa, della Deborah, della Kiko, della Jane Iredale e della Manhattan. Qui sotto gli swatch.




Nella foto sopra, da destra verso sinistra, vedete il Pupa Coral Island Colection colore 001, il Deborah Absolute Lasting Liquid Lipstick num. 08, il Rimmel London Procalips num. 550 Play with Fire, il Jane Iredale colore Passion, il Kiko Double Touch num. 115, e i 4 Manhattan nei colori 43H, 44Q, 56Q e 46T.

Eccoli sulle labbra:


Pupa


Deborah


Rimmel


Jane Iredale


Kiko


Manhattan 43H


Manhattan Q44


Manhattan 56Q


Manhattan 46T

Allora ragazze, personalmente che ne penso? Per me sono fantastici, soprattutto se siete di quelle che stanno fuori casa tutto il giorno. Questi rossetti stanno lì dove li avete messi anche dopo che avete mangiato e bevuto. L' importante è che vi ricordiate di mettere il gloss più volte nell' arco delle ore.
Di tutti questi, quello più difficile da togliere anche in fase di strucco è il Rimmel.
Quello che trovo più confortevole è il Kiko.
Quelli che mi piacciono un pochino meno sono i Manhattan e il Rimmel, non per il rossetto in sè o per la durata, ma a causa del gloss, che quando comincia ad asciugarsi lascia sulle labbra una sorta di effetto 'granelli di zucchero'. Per cui con questi bisogna passare il gloss molto più spesso.
I prezzi? In assoluto il più caro è quello della Jane Iredale, marchio cruelty free, acquistato sul sito Naturisimo. Poi in seconda posizione c'è il Pupa. Quelli della Manhattan sono i più a buon mercato essendo questa una marca alla stregua della Essence, che però qui non si trova, ma che mi sono stati regalati da un' amica.

Ecco fatto. Tutto qui care. Fatemi sapere che ne pensate voi! Un bacio a tutte e alla prossima!